venerdì 31 luglio 2015

Il documentario del 2009 che incastra Alisei Ong.

Una immagine del 2012 durante l'occupazione del cantiere di Filetto (RA).

Chi cerca trova.
Dopo anni di ricerche mai mi sarei immaginato di fare questa scoperta, e invece mi sono imbattuto nel documentario realizzato da Marco Santelli nel 2009 dal titolo "Storie di housing sociale. Viaggio in Europa". 

lunedì 27 luglio 2015

Villaricca (NA), che fine ha fatto l'housing sociale?

A sx Carla Barbarella, già vice presidente di Alisei Ong e presidente Alisei Coop. a dx Vincenzo Cappello, sindaco dimissionario di Piedimonte Matese, arrestato a settembre 2016 per turbativa d'asta e appalti truccati. (foto: Matesenews)


Nel 2008 la Regione Campania ha emesso un bando di gara di “aggiudicazione delle attività di gestione tecnico-amministrative finalizzate alla realizzazione di almeno due iniziative sperimentali di autocostruzione edilizia nel territorio della Regione Campania”. L’importo previsto era di 800mila euro. La Cooperativa Alisei si è aggiudicata il bando, e nel dicembre 2009 si è tenuta la presentazione del Progetto 'Cantieri Aperti', per la realizzazione di due iniziative sperimentali di autocostruzione associata a Villaricca (Na) (25 alloggi previsti) e Piedimonte Matese (Ce) (16 alloggi previsti). Nel mese di giugno 2010 per il Comune di Villaricca e nel mese di agosto 2010 per Piedimonte Matese sono stati pubblicati gli elenchi dei soci delle cooperative edilizie che dovranno realizzare i due interventi.

Giornali e televisioni ne danno notizia in maniera entusiastica... Vedi il servizio di Sky TG24:

                               
                                        Il servizio di Sky TG24 nel cantiere di Villaricca (NA) è andato in onda il 25 e 26 agosto 2012


Il bando venne vinto da AliseiCoop, che ebbe la meglio sul Consorzio ABN di Perugia.
La regione concesse 850.000 €, a fondo perduto per la realizzazione dei due progetti campani.

lunedì 20 luglio 2015

La riluttanza del mondo Non Profit a rivelare le truffe

Rifugiati del Sudan del Sud in attesa per il cibo nel campo profughi di Kule vicino al punto Pagak Border nella regione di Gambella, in Etiopia, il 18 marzo 2014. (SOLAN GEMECHU/AFP/Getty Images)

Con l'aumentare della diffusione di truffe all'interno di progetti in zone di conflitti o catastrofi, le organizzazioni internazionali di cooperazione e di beneficenza sono sotto la lente dell'opinione pubblica per alcuni episodi di corruzione, tuttavia nel corso di un'indagine pubblica della Thomson Reuters Foundation, un terzo dei 25 enti Non Profit intervistati ha rifiutato di rendere pubblici i dati relativi agli ammanchi di bilancio dei propri progetti.

lunedì 13 luglio 2015

Ipergarantismo per i truffatori, nemmeno una risposta per i truffati.

dal sito del Ministero degli Esteri http://bit.ly/1Cm83h6


Dopo l'ennesimo ricorso al TAR del Lazio, il 4° dal 2006 ad oggi, Alisei Ong ottiene una sospensione della revoca dell'idoneità (la seconda) disposta dal Ministero degli Esteri il 22 gennaio 2015, in attesa del giudizio definitivo che ci sarà in merito il 27 gennaio 2016.

A fare da contraltare ai giudici del Tar, così solerti e garantisti, sono invece i giudici della Cassazione, i quali da 8 mesi hanno sulla propria scrivania la causa delle famiglie di Ravenna truffate proprio in un progetto di housing sociale (ascolta l'intervista sulla vicenda)