venerdì 5 settembre 2014

Le contraddizioni del Prof. Luciano Venturi.



- Ripropongo un articolo che per qualche motivo era andato perduto, ma che è importante per capire alcuni meccanismi della vicenda del progetto di autocostruzione di Filetto (RA).

Se l’autocostruzione approda sui tavoli dell’Amministrazione comunale, nel 2003, il merito è certamente di Luciano Venturi, Responsabile della Area Sanità Pubblica veterinaria della ASL di Ravenna, è all'epoca Vice Presidente di Alisei ONG. In precedenza aveva ricoperto il ruolo di Dirigente del Mercato Ittico, per il Comune di Ravenna.


Alisei ONG è un’Organizzazione non governativa senza fini di lucro che opera nel campo della Cooperazione internazionale, aiuto umanitario e nel campo dell’interculturalità (fonte: http://www.alisei.org/italia/chisiamo.html).
Nel numero di settembre/ottobre 2012 di "Città Meticcia", bimestrale di informazione dell'Associazione di Volontariato per l'immigrazione di Ravenna, Angelica Morales ha scritto un articolo sui progetti di autocostruzione avviati in Provincia di Ravenna.
L'Autocostruzione abitativa associata "Un tetto per tutti" è un progetto di Alisei ONG che avrebbe voluto offrire una soluzione abitativa a famiglie giovani e famiglie immigrate in difficoltà ad acquistare una casa ai prezzi normali di mercato, ma disposte però a fare dei sacrifici per costruirsela, risparmiando fino ad un 70% del prezzo finale. In realtà, come ho più volte scritto su questo blog, il progetto nato sotto buoni propositi si è rivelato una truffa sociale.
Nell’articolo di Città Meticcia, la Morales intervista tra gli altri Luciano Venturi. (leggi l'articolo completo) 

il numero di settembre 2012 di Città Meticcia con l'intervista a Luciano Venturi.

Luciano Venturi
Medico veterinario, professore universitario e dirigente dell'Asl di Ravenna, Responsabile della Area Sanità Pubblica veterinaria, Luciano Venturi è Vice Presidente di Alisei ONG all’epoca dell’attivazione dei progetti di Ravenna, VEDI IL SUO CURRICULUM.
Se l’autocostruzione approda sui tavoli dell’Amministrazione comunale, nel 2003, è certamente per merito suo.
A quell'epoca l’Amministrazione comunale pubblica un avviso per indagine preliminare di mercato (19/06/2003) per realizzare progetti di autocostruzione.
Immediatamente Alisei ONG esprime il proprio interesse (20/06/2003), candidandosi ad essere il soggetto preposto alla realizzazione dell'intervento, ed essendo  l'unica Associazione in grado di rispondere ai requisiti richiesti non stupisce che sia anche l'unico soggetto a proporsi.

In Regione succede qualcosa di strano, l'assessore Rivola si meraviglia che questo progetto sia così importante e che ci sia un tale interesse perché venga rapidamente approvato:

"RIVOLA fa l'esempio del Comune di Ravenna, i cui  funzionari telefonavano ogni giorno per sapere quando sarebbe uscito il bando perché avevano già una cooperativa pronta ed avevano già fatto degli incontri con le persone interessate.dal verbale della Seduta del 22 gennaio 2004.
L’Amministrazione Comunale di Ravenna nel 2004 sottoscrive un Protocollo di intesa con Alisei ONG per la realizzazione di quattro cantieri di autocostruzione all’interno del proprio territorio. Nel caso di Ravenna l'amministrazione comunale «ha creduto nel progetto e ha mostrato grande sensibilità», precisa il vice presidente (Luciano Venturi ndr). Non solo: Ravenna si è anche aggiudicata una cifra di quasi 500.000 euro bandita dalla Regione per finanziare progetti di autocostruzione, soldi che andranno ad abbassare gli interessi dei mutui dei costruttori. (leggi l'articolo) (in realtà i 494.000 € verranno "dirottati" sul cantiere di Piangipane, il primo ad essere avviato nel 2004 e che nel 2006 mostra un "buco" pauroso).
Luciano Venturi nel corso dell’ intervista al giornale Città Meticcia, ha dichiarato: "Non ho più rapporti con Alisei da ormai sette anni. E non confondiamo l'Ong Alisei di cui facevo parte con Alisei Autocostruzioni, con la quale non ho nulla a che vedere".
In effetti Alisei ONG nonostante la partecipazione vittoriosa al bando pubblicato dal Comune di Ravenna e finalizzato alla realizzazione dell’autocostruzione e nonostante la sottoscrizione del Protocollo di Intesa col Comune, scompare dalla vicenda senza alcuna motivazione e senza alcun clamore. Emerge invece, quale gestore dei cantieri autocostruzione su territorio ravennate, dal nulla, senza alcuna partecipazione ad alcun bando pubblico e senza averne i requisiti, Alisei Autocostruzione S.r.l. che stando alle parole di Venturi è cosa diversa da Alisei ONG.
In realtà di diverso c’è poco: è la stessa Alisei ONG che definisce Alisei Autocostruzione S.r.L. come "filiazione con personalità giuridica dell'Organizzazione Non Governativa Alisei." vedi fonte.
Inoltre Alisei Autocostruzioni S.r.l. proprio come Alisei ONG firmataria del Protocollo, hanno lo stesso Presidente: Ottavio Tozzo.
Nel 2010 Luciano Venturi, professore universitario, tiene un seminario dal titolo "Sanità Pubblica Veterinaria e Sviluppo Umano – Principi e metodi di cooperazione" in cui si parla di cooperazione internazionale; nelle slides relative al seminario per ben 8 volte appare il logo della Società Alisei (o della Ong, il cui simbolo è identico) sebbene non risulti chiaro il ruolo della stessa in seno al convegno e/o all’Università che quel seminario ospitava. In basso a sinistra è inoltre ben visibile l'indirizzo mail di Alisei Ong del professore, accanto a quello istituzionale dell'Università.
Nel 2011, poi, Luciano Venturi aderisce al Comitato INSIEME PER IL DOMANI– MA’AN LI-L GHAD, istituito in collaborazione con esponenti della comunità libica in Italia, come risposta alle richieste di aiuto urgente riguardanti soprattutto le condizioni sanitarie della popolazione, a seguito della guerra e dell'emergenza sanitaria presente nel paese. La Onlus promuove un progetto di aiuto di urgenza organizzando missioni di medici e tecnici sanitari, l’invio di medicinali, materiali e strutture sanitarie, la raccolta dei fondi e dei generi da trasferire nelle aree più colpite.
Il comitato in questione è promosso e gestito da Alisei ONG.

Alle luce di quanto fin qui detto, pongo al professor Luciano Venturi le seguenti domande:
- è proprio sicuro che quanto dichiarato nell’intervista a Città Meticcia citata, corrisponda al vero e che non ha più rapporti con Alisei ONG da “ormai sette anni”?
- è proprio convinto che Alisei Autocostruzioni non abbia nulla a che vedere con Alisei ONG?
- qual è il bilancio del progetto di autocostruzione da lui promosso sul territorio ravennate?