giovedì 22 maggio 2014

Solidarietà a Gianni Lannes, Su La Testa!

Ho ricevuto pochi minuti fa questa comunicazione.
Pubblico volentieri il comunicato stampa di Gianni Lannes, una persona che stimo molto.


OSCURATO SU LA TESTA. MA NESSUNO PUÒ TOGLIERE LA PAROLA A GIANNI LANNES. 
Oggi 22 maggio 2014, a mezzogiorno in punto, ignoti hanno oscurato e disattivato il diario internautico SU LA TESTA!
Il 20 maggio ignoti hanno recapitato nella cassetta di posta della mia abitazione un messaggio anonimo dove c’era scritto: “Lannes se ci tieni alla tua famiglia annulla l’incontro del 2 giugno a Roma sulle bombe nucleari”.
Dal 2009 ad oggi  ho subito alcuni attentati e ho vissuto quasi 2 anni sotto protezione della Polizia di Stato.
In Parlamento giacciono numerose interrogazioni ed interpellanze indirizzate a ben tre governi (Berlusconi, Monti, Letta) che non hanno mai avuto risposta dai vertici dello Stato italiano.
Ho presentato parecchie denunce circostanziate e documentate all’autorità giudiziaria, ma la magistratura brancola ancora nell’ombra.
Strana coincidenza. A fine mese sarà pubblicato il mio prossimo libro di inchiesta che racconta i segreti e i danni inferti al nostro paese dal nucleare militare nello Stivale: ITALIA: USA E GETTA. Lo Stivale è stato trasformato all’insaputa del popolo sovrano,  in un gigantesco deposito di ordigni nucleari in violazione della Costituzione repubblicana e del Trattato di non proliferazione nucleare. Siamo sull’orlo di una catastrofe  atomica.
E alla fine il reato più grave diventa quello di chi racconta certe cose, anziché di chi le fa. La colpa non è dello specchio, ma di chi ci sta davanti. 
Allora, la censura non è altro che il modo concreto per il sistema di potere di travestire, escludere, eludere o negare quei contenuti che rischierebbero di mettere in pericolo la sua legittimità, le sue certezze, il suo dominio.
Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere, perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare, soprattutto del potere, di ogni potere. 
L’informazione è il sale della democrazia. Su la testa!
GIANNI LANNES



GIANNI LANNES_Scrittore, fotoreporter, esploratore, subacqueo. 
Ha mosso i primi passi da giornalista 25 anni fa, in Francia (terra dei suoi avi). 
In Italia ha lavorato con RAI, LA 7 e le testate giornalistiche: PANORAMA, FAMIGLIA CRISTIANA, L’ESPRESSO, IL VENERDI DI REPUBBLICA, D-LA REPUBBLICA DELLE DONNE, LA REPUBBLICA, IO DONNA, DIARIO DELLA SETTIMANA, AVVENIMENTI, AIRONE, IL GIORNALE, IL MANIFESTO, LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DEL MEZZOGIORNO, LIBERAZIONE, L’UNITA’, LA NUOVA ECOLOGIA, MEDICINA DEMOCRATICA, IL GARGANO NUOVO, LINDRO. 
Ha fondato e diretto i giornali ESSERCI ed ITALIA TERRA NOSTRA. 
Attualmente collabora con IL CORRIERE DELLA SERA. 
Per impegno professionale e personale batte da tempo le piste polverose di terre lontane. 
Spazia nel Mediterraneo, ma è ancorato al suo Gargano. Ha subito alcuni attentati e minacce di morte. 
Dal 22 dicembre 2009 al 22 agosto 2011 – quando gli viene revocata la protezione a causa delle sue inchieste – ha vissuto sotto scorta della Polizia di Stato.
 Il suo libro – NATO: COLPITO E AFFONDATO – pubblicato il 14 novembre 2009 ottiene la riapertura giudiziaria di una strage di Stati archiviata nel 1997. 
Nel 2010 ha ottenuto in Sicilia il “Premio Internazionale all’impegno sociale 2010, XVI Memoriale Rosario 
Livatino e Antonino Saetta” (due magistrati uccisi dalla mafia). 
Decisive le sue indagini sulla strage di Ustica e sulla scomparsa dei colleghi Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. 
Nel 2011 ha scritto i libri: Italia: USA e getta… - Vendo-la Puglia.


Ti potrebbe interessare leggere:

Italia, ecco dove sorgerà il deposito unico di scorie nuclarihttp://www.quieuropa.it/italia-ecco-dove-sorgera-il-deposito-unico-di-scorie-nucleari/


P.S. Dopo 18 ore di blackout è tornato visibile il blog SU LA TESTA ! 
Con un po' di ritardo pubblico il comunicato di Gianni Lannes dopo che il suo blog è tornato visibile:  http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/05/vietato-informare-18-ore-di-oscuramento.html