sabato 27 aprile 2013

Fermo Amministrativo ad Alisei ONG





(cliccaci sopra x ingrandire immagine)


Avevo già affrontato nell'articolo dal titolo Alisei ONG nella ricostruzione del maremoto il fatto che uno dei progetti di ricostruzione gestiti da Alisei ONG nel programma della Protezione Civile denominato "emergenza maremoto", a seguito del terribile tsunami del 26 dicembre 2004, non fosse stato consegnato e che addirittura lo Stato stesso avesse problemi per recuperare il finanziamento erogato alla organizzazione non governativa Alisei.
Alla luce di questo documento (clicca qui per leggerlo) e poichè lo stesso è di 2 mesi precedente all'inizio del lavori nel cantiere di autocostruzione di Filetto, gestito dalla stessa ONG, mi pongo un paio di domande:
- avrebbe comunque potuto Alisei ONG portare a termine un progetto di edilizia sociale che formalmente non era ancora stato avviato e per cui aveva vinto un bando pubblico, o si sarebbe dovuta fare da parte?
- il responsabile per il Comune di Ravenna del progetto di autocostruzione avrebbe dovuto essere informato di ciò dal ministero competente oppure queste informazioni sono lasciate alla discrezionalità di chi, responsabilmente, esegue la ricerca? (in tale caso ci vuole molta fantasia e una buona dose di fortuna, perchè il documento è stato trovato su internet usando come termine di ricerca il C.F. di Alisei, non appare infatti se si cerca "ALISEI" e "FERMO AMMINISTRATIVO").

Tale documento è stato pubblicato sul "Giornale Ufficiale" del Ministero della Difesa nel n.34 del 10 dicembre 2006: http://www.difesa.it/SGD-DNA/GiornaleUfficiale/2006/Documents/78430_pdf34.pdf

Articoli correlati: LA POLITICA TRASFORMA UN SOGNO IN UN INCUBO.
LE CONTRADDIZIONI DEL PRF. LUCIANO VENTURI.
Fonti documentali: http://difesaconsumatori.eu/